Tutorial

DivX

Codifica



Tutto il materiale, dove non diversamente specificato, e' coperto dalla licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo.
Creative Commons License


Se avete letto la sezione di questo tutorial relativa a Windows, vi accorgerete che i passaggi Linux sono molto più semplici. Salta subito all'occhio, ad esempio, che tutte le impostazioni relative all'audio/video sono in un'unica schermata (Transcode, che vedremo in seguito).

1) Impostazioni ritaglio
    La tabella "Clip & Zoom", vi permette di impostare le dimensioni e le proporzioni del video.
    >> Grab preview frame: selezionate innanzi tutto il frame da visualizzare (cercatene uno
      luminoso in modo da vedere bene i bordi superiore e inferiore). Quindi cliccate su "Grab frame".
    >> Presets: permette di selezionare le impostazioni standard di ritaglio e resize. Non
      occorre modificarlo.
    >> 1st clipping: qui potete impostare il ritaglio delle bande nere superiore ed inferiore,
      oppure, cliccando sull'immagine relativa più sopra, potete effettuare la stessa operazione spostando i contorni col mouse. Per un DVD normale il ritaglio dovrebbe essere circa tra i 66 e i 76 pixel, sia sopra che sotto.
    >> Zoom: se avete un video in formato TV, impostate una risoluzione tipo 640X480. Se il
      formato è DVD, il più delle volte la risoluzione ottimale è 720X400 (cioè 1.85:1), oppure 720X304 (2.35:1).
      Praticamente tutti i film in DVD hanno queste due risoluzioni base. Ad ogni modo, se vedete che la terza immagine (After 2nd clipping) è distorta, potete modificare le impostazioni di conseguenza.
    >> 2nd clipping: fa la stessa cosa del 1st clipping, però in questo caso dopo lo zoom. Se
      avete già impostato il ritaglio su 1st clipping, qui potete lasciare 0.
    I vari pulsanti disponibili a fianco a mio parere vanno usati poco. A parte il primo, "Apply preset values", che ritorna al default in caso abbiate fatto troppa confusione, gli altri non sono granchè utili...

2) Impostazioni sottotitoli
    La tabella "Subtitles", come dice il nome, serve a gestire i sottotitoli del DVD. In particolare, è possibile posizionarli ad un'altezza diversa da quella standard agendo sul controllo "Vertical offset", e ritardarne o anticiparne la partenza rispetto al flusso audio/video.

3) Impostazioni audio
    La tabella "Transcode" contiene tutte le impostazioni audio/video e di ritaglio finale. Oltre alle impostazioni standard, si trovano un calcolatore automatico del bitrate (attenzione ad aggiungere sempre i 50-100kbit/s al suo risultato, spuntando la casella "Manual".
    >> Iniziamo dalla sezione "Container options": conviene lasciare selezionato AVI come
      container, in quanto è lo standard del DivX. Tuttavial volendo, è possibile selezionare anche altri formati...
    >> "Video options": questa è la sezione relativa al codec da utilizzare. Come si può vedere,
      il codec selezionato è DivX5, che in questo caso però non richiede una configurazione particolare. Tant'è che il pulsante "Configure" non è attivo. Controllate che "Video frames" sia sul valore corretto del video (solitamente 25, ma non è sempre detto. I DVD americani lavorano a 24,97).
      Si può decidere qui se fare la codifica in Single pass o in Dual pass. Il discorso è lo stesso che per Windows: la Dual pass serve se il bitrate del video va sotto i 900kbit/s circa, altrimenti si può tranquillamente utilizzare la Single pass. ?Deinterlace mode? va impostato tipicamente su "Smart deinterlace", ma occorre solo se il video è interlacciato (praticamente tutti i film in DVD).
      Infine è possibile applicare vari filtri utilizzando il pulsante "Configure filters & preview..."

    >> "Video bitrate calculation": il già citato calcolatore di bitrate. L'utilizzo è intuitivo.
      Ricordate solo che se poi selezionate "Transcode + Split", il programma fa esattamente quello per cui è impostato, cioè arrivato al keyframe + vicino ai MB che avete selezionato, taglia il video (magari in mezzo ad un dialogo...).
    >> "Calculated storage": è un riquadro contenente alcune informazioni relative alle
      dimensioni dei flussi A/V e del totale. Cliccando sul pulsante "Detalis..." si ottiene una finestra con informazioni più dettagliate.

      >> "Audio options": riquadro relativo alle impostazioni audio. "DVD audio track" va
        lasciato come è, in quanto è già selezionato sulla traccia rippata dal DVD in precedenza. "Target track" si utilizza nel caso si voglia creare un video multitraccia. In questo caso, selezionare la traccia che si vuole creare con le impostazioni selezionate. Altrimenti, lasciare su "Track #0".
        Come potete vedere, è possibile creare anche una traccia audio AC3, ma data l'elevata quantità di spazio necessaria a questo tipo di audio, in questo tutorial ci si limita ad utilizzare il formato MP3.
        Il codec audio è semplice da impostare. Selezionate il bitrate dal menù, e quindi il corretto valore di sample rate (48KHz per l'audio rippato da DVD). Queste impostazioni vanno a modificare il calcolo del bitrate totale, quindi assicuratevi di non aver bloccato il calcolatore utilizzando "Manual". L'aggiunta dei kbit/s in più va fatta alla fine.
        Ora restano da selezionare i filtri audio (se l'audio è da ripulire ad esempio), il "Volume rescale" (il valore che da in automatico dovrebbe andare già bene, altrimenti si può ricalcolare premendo il tasto "Scan value" oppure inserirlo a mano), e la qualità di codifica audio. Quest'ultimo parametro non influisce poi così tanto sul tempo di codifica, quindi si consiglia di impostarlo su "0 - best but slower".
      >> "General options": se volete codificare tutto il film ed evitare crash del programma,
        non toccate niente, altrimenti agite a vostro rischio e pericolo.
      >> "Operate": una volta ricontrollate le impostazioni si può finalmente avviare la
        codifica. Ci sono due possibilità: o si clicca su "Transcode + Split" ed è tutto finito, o si clicca su "Transcode", e quando questa operazione è finita si clicca su "Split". Fondamentalmente è la stessa cosa, si perdono 2-3 minuti a "splittare" il video, quindi tanto vale dire subito al programma di fare anche quello.
    Se tutto è stato impostato correttamente, dopo alcune ore otterrete il vostro file DivX. Nel caso abbiate optato per la codifica a 2 passate, il programma si arrangia anche a fare la seconda.

Torna all'indice

Impaginazione by KCS'81